Esselunga difende Linate

esselunga per linateNella foto vedete uno lettera (l’ennesima) che Esselunga ha diffuso per difendere lo scalo della “nostra” parte di Milano.

Ho letto vari commenti di cittadini circa questo intervento della catena di supermercati di Caprotti, e mi sorprendono quelli che addirittura vogliono boicottare Esselunga per la sua presa di posizione.
Illuminante la scarsa comprensione della realtà della risposta del Pidiellino Masseroli. Egli fa un paragone fra negozi ed aereoporti:

“C’è chi ha rinunciato alla comodità del negozietto sotto casa
perché la città è stata rilanciata dalla presenza di grandi centri commerciali.”

Dettaglio; un negozietto non chiude perché un supermercato apre; chiude perché i clienti decidono che il nuovo è meglio del vecchio. Ma i clienti di Linate aumentano e quelli di Malpensa no. +4,1% vs -3,6% nello scorso anno secondo Repubblica di agosto.
Ergo far chiudere quello che i clienti NON vogliono è sciocco o in malafede.

Ma sbaglio a prendermela, dato che c’è gente che gioisce all’idea che McDonalds in galleria sia stato sfrattato in favore di Prada (lo sfratto è motivato dal cambio di destinazione d’uso dei locali, in particolare destinati a “eccellenza nel campo dell’innovazione, della tecnologia e della comunicazione“; e Prada avrebbe vinto su Apple, guarda te). Certo c’è chi dice che Prada paga di più e che questo è il mercato. E se un punto Esselunga in galleria fosse disposto a pagare un affitto ancora più alto?

Ma torniamo sui binari

Tornando in topic, che piaccia o no, Esselunga è un successo dell’imprenditoria italiana (di quella parte senza appoggi politici, per quel che ne so) e da voce a migliaia di imprese e professionisti della nostra zona (i clienti dell’aereoporto sono loro e siamo noi!), ed è una voce estremamente logica. Non si chiede mica di svantaggiare Malpensa! Si chiede di NON SVANTAGGIARE LINATE! Ora stiamo pure costruendo la Metropolitana 4! Ma che idiozie si vanno dicendo!

Piuttosto che si renda competitiva Malpensa con collegamenti ancora migliori, ad esempio, e allora le aziende ed i passeggeri sapranno fare i loro conti (anche perché scommetto che svantaggiare Linate avvantaggia anche Orio al Serio, mica va tutto su Malpensa).